Upskilling: la rivoluzione delle competenze



Secondo McKinsey, una percentuale che varia tra il 3 e il 14% della forza lavoro globale potrebbe essere interessata da un cambio di categoria professionale entro il 2030. Una buona parte di questa trasformazione è dovuta all’avanzata dell’ #automazione: ancora McKinsey ha stimato che fino al 30% delle ore lavorate in tutto il mondo potrebbero essere affidate ai #robot entro il 2010.


Per affrontare un cambiamento di queste proporzioni, le aziende non hanno altra scelta che assegnare la più alta priorità alla continua riqualificazione professionale, investendo sulla formazione dei propri dipendenti: si tratta di una necessità a prescindere dal settore, dalla tipologia e dalla dimensione, come dimostrano i casi di Amazon, di AT&T e di General Electric. La executive vice president di Manpower Group ha inquadrato il problema parlando della necessità di trasformare il CEO in Chief Learning Officer: il responsabile di un processo formativo che coinvolge tutti i dipendenti e continua per tutta la vita lavorativa.


In questo quadro, la formazione non si esaurisce nell’imparare un nuovo mestiere, ma, come ha scritto la Harvard Business Review, nell’identificare e trattenere, continuando a formarli, i dipendenti che sono in grado di oltrepassare una transizione dopo l’altra. Più che di reskilling, allora, si può parlare di upskilling: non un semplice programma di riqualificazione per gruppi isolati, ma – come lo definisce PwC – una massiccia iniziativa di acquisizione di nuove competenze su cui scommettere nel prossimo futuro.


Una vera rivoluzione, insomma, che richiede la scelta accurata di programmi di formazione che non si limitino a una manciata di competenze tecniche, ma che insegnino alle persone “a farsi carico delle proprie vite e a partecipare dell’incontro con una delle più grandi sfide che l’umanità oggi affronti: la saggia gestione del potere che abbiamo conquistato grazie alla tecnologia digitale”.

© Vetrya 2019 - All Rights Reserved

  • Facebook - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Instagram - Black Circle